produzione



SEMITECOLO Nicoletto

Semitecolo Nicoletto
(Venezia, XIV secolo – ???, ???) è stato un pittore italiano, attivo a Venezia e a Padova dal 1353 al 1370.

Noto dal 1353, di lui rimane firmata e datata (1367) una tavoletta con il Seppellimento di s. Sebastiano (della serie di otto con storie del santo, dalla sagrestia dei Canonici della cattedrale di Santa Maria Assunta di Padova e oggi al Museo diocesano d'arte sacra) che rivela, accanto alla formazione nell'ambito di Paolo Veneziano, l'assimilazione delle novità di Guariento di Arpo. Forse Semitecolo conobbe il Guariento quando questi si trovava a Venezia per lavoro - nel 1361 dipinse la tomba del doge Giovanni Dolfin e nel 1365 affrescò il Paradiso nella sala del Maggior Consiglio in Palazzo Ducale. Successivamente, fu Semitecolo a seguirlo a Padova, collaborando nella decorazione della Chiesa degli Eremitani (metà degli anni 1360); proprio a lui sono assegnate le quattro Storie di sant'Agostino ed il Crocifisso stazionale nell'abside.
Nel 1370 il Semitecolo dipinse l'Istoria del Volto Santo per la Confraternita dell'Oratorio dei Lucchesi.  La Cappella del Volto Santo, detta dei Lucchesi, si trova nelle adiacenze della Chiesa di Santa Maria dei Servi, nel Sestiere di Cannaregio.
Nella Cattedrale di Padova si trova un'opera del Semitecolo: Due Cristiani davanti ai Giudici.

 

Gesù le disse: «Non trattenermi, perché non sono ancora salito al Padre; ma va' dai miei fratelli, e di' loro: 'Io salgo al Padre mio e Padre vostro, al Dio mio e Dio vostro'»

Giovanni (20:17)