produzione



BERNABEI Alessandro



Alessandro Bernabei
Parma 1580 - 1630), pittore italiano.

Alessandro Bernabei nacque (insieme al gemello Francesco) nel 1580 - a Parma - da Giacomo Antonio e da Antonia Ambanelli e fu fratello e seguace dell'altro artista Pier Antonio detto anche Della Casa o Maccabeo.
Del Bernabei è rimasta la documentazione di un quadro dipinto per il refettorio dei Certosini di Parma tra il 1607 e il 1614.
Gli vengono attribuiti quadri in San Sepolcro, San Pietro e San Lazzaro.
In San Sepolcro operò nel 1621 dipingendo una Madonna coi Santi Martino e Caterina e forse un Sant’Agostino e santa Monica (cappella degli Oddi), sempre del 1621, talora attribuita al fratello Pier Antonio; un Cristo Risorto e i santi Sebastiano e Rocco, rappresentante un'immagine della città di Parma, che si intravede tra San Sebastiano e San Rocco, ai piedi del Cristo, presa da est, fuori della Porta San Michele. Si riconoscono, oltre i baluardi delle mura, il campanile di San Sepolcro, la chiesa di Sant'Antonio Abate, la cupola e il campanile di San Giovanni, la cupola e il campanile del Duomo, il Battistero.
Nella chiesa di San Pietro, troviamo tra le opere custodite, una tela del primo '600, un S. Giuseppe morente.
A Parma fu pure attivo per la chiesa di San Rocco, nel Conservatorio dei Mendicanti e nella chiesa dei Servi, poi sede di un istituto di rieducazione per minorati, dove eseguì in collaborazione col fratello Pier Antonio gli affreschi della cupola (Ascensione) e del catino absidale (Storie di Cristo) nel 1612-1613.
Anche nella Galleria Nazionale di Parma figura qualche suo dipinto.
Morì di peste nel 1630 nella città natale.

 

E, trattolo giù dalla croce, lo avvolse in un lenzuolo e lo mise in una tomba scavata nella roccia, dove nessuno era ancora stato deposto.

Luca (23:53)